in

5 Motivi per cui WordPress è il miglior CMS per realizzare siti web

Bistrattato da programmatori e sviluppatori, odiato da art & graphic designer, è invece la piattaforma ideale (ma non per tutto)

5 Motivi per cui WordPress è il miglior CMS per realizzare siti web, 4.0 out of 5 based on 1 rating
VN:F [1.9.17_1161]
Voti Ricevuti 4.0/5 (1 voto)

WordPress, dal suo arrivo sul mercato, circa un decennio fa, ha letteralmente stravolto il mondo del web, aprendo (anzi, spalancando) la porta della realizzazione di siti web. Un’attività che fino ad allora era circoscritta ai soli addetti ai lavori (programmatori vecchio stampo, sviluppatori, sistemisti, graphic designer o art director – in tutte loro accezioni).

Con l’arrivo di una piattaforma così semplice ma allo stesso tempo efficace, alla portata anche dei cosiddetti “newbie“, il panorama web mondiale ha visto il proliferare di siti web e blog, più o meno seri e non sempre professionali, e di conseguenza il numero di persone operanti – di fatto – sul web.

Ed è sempre grazie a WordPress che piattaforma parallele, come ad esempio Google Adsense & Co. (conosciuta fino ad allora solo dai “professionisti” del web) piuttosto che concetti legati a “impressions“, visite, visitatori unici, etc. hanno iniziato ad interessare (e coinvolgere, direttamente o indirettamente) milioni di persone in ogni angolo del pianeta. Un’esagerazione? No, è davvero così…

1. Economicità: quanto costa un sito WordPress?

come si usa wordpress

Immaginate di dover pagare un programmatore o una società/agenzia che vi registri il dominio da qualche parte, vi realizzi un sito “custom” (tendenzialmente diverso a seconda dell’esigenza del cliente, con tanto di “pannello per la gestione dei contenuti, password d’accesso, etc.). Aggiungete a questa cifra, di certo già non irrisoria, il costo di un grafico (o della società/agenzia stessa) per la realizzazione del concept grafico. Magari anche utilizzando WordPress ci sarà bisogno dell’aiuto di un esperto di grafica, ma sicuramente con un impegno (e un esborso economico) decisamente minore.

Dello sviluppatore non c’è più bisogno, ovviamente se non puntiamo alla realizzazione di progetti particolarmente complessi, mentre il dominio (con WordPress già installato) è possibile acquistarlo presso numerosi servizi di hosting con qualche decina di euro (all’anno).

La grafica? Tra milioni di template già pronti c’è solo l’imbarazzo della scelta. Molti sono persino gratis. I migliori sono a pagamento, ma con poche decine di euro (per sempre) si può accedere a progetti davvero ben fatti, realizzati secondo le ultime “richieste” di Google in materia di velocità ed ottimizzazione.

2. Praticità: puoi anche non conoscere il codice

scegliere wordpress

Con WordPress (e non solo, per la verità) puoi realizzare il tuo sito web personale o quello della tua azienda, del tuo hobby o della tua squadra del cuore, senza conoscere una riga di codice Html o un briciolo di PHP (il linguaggio di programmazione di WordPress). Certo, se si hanno anche conoscenze di questo tipo, si hanno anche maggiori possibilità di customizzare WordPress ed i suoi template. Chi invece si accontenta può vedere decollare il proprio progetto online, solo applicandosi un minimo, magari senza conoscere nulla di informatica o persino di tecnologia in generale. Non a caso, molti sono gli auto-didatta che, partendo da conoscenze tecniche nulle, grazie a WordPress hanno avuto la possibilità di sperimentare, testare, pubblicare.

3. Versatilità: tutti i siti che vuoi in ogni settore

perché scegliere wordpress
Con WordPress puoi davvero realizzare ogni tipo di progetto: dal semplice blog personale al “corporate website”, praticamente in ogni settore e mercato. C’è chi lo utilizza per siti di informazione che fanno registrare milioni di accessi giornalieri, chi per vendere online (con WooCommerce), chi per ricevere prenotazioni per la propria struttura ricettiva. La duttilità (e la forza) di questo CMS è data anche dall’incredibile numero di template grafici disponibili online, sia in versione gratuita che a pagamento. Per non parlare poi del livello avanzato raggiunto da certi plugin, componenti aggiuntivi (per i “non addetti ai lavori”) che ampliano le funzionalità native di WordPress e del tema prescelto.

4. Il “sociale”: ha avvicinato tante persone a questo mondo

perché scegliere wordpress
Alla luce di quanto detto finora, molte persone in tutto il mondo hanno avuto la possibilità di avvicinarsi per la prima volta al web, non da semplici “fruitori” ma da “creatori“. Sono iniziati i corsi, le specializzazioni, le aziende che richiedevano la conoscenza di questo CMS direttamente nelle offerte di lavoro. Anzi, in certi casi è diventato requisito indispensabile. Non c’era più bisogno di anni ed anni di studio, magari frequentando i corsi di informatica a scuola o all’università o la conoscenza approfondita di un linguaggio come l’html per mettere in piedi un sito web. E c’è anche chi, scoprendo il fantastico mondo dell’advertising online, ha iniziato a guadagnarci o specularci. Negli anni in cui Google era meno attento, l’utente meno esperto ed i sistemi di monetizzazione “borderline” molto più elastici.

5. Rivoluzione: ha stravolto il mercato

perché scegliere wordpress
La diffusione di WordPress e, più in generale, di tutti quegli strumenti che hanno agevolato l’attività sul web ha sicuramente stravolto il settore, nel bene e nel male. Mettetevi nei panni di un piccolo esercente – il macellaio del piccolo comune – che prima per realizzare un sito web avrebbe dovuto sborsare qualche migliaia di euro. Ora, visto che questo “lavoro” è quasi accessibile a tutti e di mettere in piedi un sito di poche pagine ne è capace anche un giovane studente, i prezzi sono chiaramente diminuiti. Ed il macellaio di prima potrà vedere online il proprio sito web pagando qualche centinaia di euro. Certo, anche prima c’erano società, anche a livello capillare su tutto il territorio italiano, che offrivano pezzi stracciati. Così come oggi c’è chi in questa situazione ci sguazza, facendosi pagare 400-500 euro siti realizzati in mezz’ora, magari senza nessun ritocco o modifica al template acquistato o all’installazione nativa di WordPress. Ma, come nella vita di tutti i giorni, sta sempre al cliente capire chi si ha di fronte…

E allora perché WordPress è tanto odiato dagli “addetti ai lavori”?

perché scegliere wordpress
Molti lo considerano come un rivale, una minaccia al proprio lavoro. Altri lo reputano una piattaforma di “serie b” oppure con tono dispregiativo la definiscono “una piattaforma nata per fare blogging“. In realtà dalla sua nascita, WordPress ha fatto passi da gigante. Molto più di tante altre realtà “open source” (più o meno prestigiose) in giro per il web. Altri ancora lo considerano un sistema “low cost”, mai paragonabile ai “siti di una volta”, quelli realizzati da zero, dai wireframe ai layout, dalla scrittura del codice html alla programmazione. E’ vero, anche WordPress qualche problemino ce l’ha, soprattutto in materia di sicurezza. I continui aggiornamenti a quella che di volta in volta è la nuova versione sono sempre più importanti visti i costanti tentativi di attacchi hacker. Così come il sito di una banca o di un ente statale difficilmente sarà mai realizzato con questa piattaforma. Ma se la usano Il Fatto Quotidiano, Fanpage e Beppe Grillo con il suo nuovo blog (lanciato a gennaio 2018) qualche motivo ci sarà…

Guida per WordPress, come funziona? VIDEO

Sul web ci sono migliaia e migliaia di guide, qualcuna molto professionale, altre molto meno, da seguire per imparare a conoscere il “magico mondo” di WordPress. Anche su Youtube ce ne sono centinaia, sia in italiano che in inglese (ed ovviamente nelle altre lingue). Eccone una che sembra davvero ben fatta: guarda il video che segue.

VN:F [1.9.17_1161]
Voti Ricevuti 4.0/5 (1 voto)

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Loading…

Come Scaricare un Video da Facebook Gratis Online

Come Pagare con Apple Pay: Come Funziona