in

Pranzo di Pasqua: ricette per un menu veloce ed efficace!

Un menù per il pranzo di Pasqua davvero alla portata di tutti. Pochi piatti con gli ingredienti più tradizionali, semplici e veloci da preparare per fare un figurone senza dover strafare. Tutti adattabili anche in versione vegana!

VN:F [1.9.17_1161]
Voti Ricevuti 0.0/5 (0 voti)

Tra poco si festeggia e non sai ancora cosa cucinare per il tradizionale pranzo di Pasqua?

Non disperare: eccoti un menu facile e veloce per fare un figurone senza dover strafare.

  • Antipasto

Insalata di radicchio grumolo con uova bollite

Iniziamo subito dalle tradizionali uova bollite, semplicemente -ma molto efficacemente- abbinate a un’insalata di radicchio grumolo.

   

Questo radicchio, caratterizzato da piccoli ciuffetti verdi o rosso scuro, ha foglie carnose ed amare che si armonizzano deliziosamente con le uova.

Puoi scegliere se inserire le uova a fette nell’insalata o servirle a parte.

Se preferisci optare per le uova a parte, puoi arricchirle con una crema a base di maionese arricchita da capperi sminuzzati e, a scelta, basilico o prezzemolo.

Per un antipasto ancora più ricco, puoi integrare uova ed insalata con affettati a scelta.

In casa mia propendiamo sempre per un buon salame nostrano per completare al meglio questa sinfonia di sapori semplici e deliziosi.

Nella tradizione bergamasca “Ov e Radéc” erano alla base del pranzo al sacco di Pasquetta.

Le uova sono alla base di un altro piatto della tradizione nazionale per il pranzo di Pasqua: la Torta Pasqualina.

Di seguito una ricetta “a prova di ritardo”!

Torta Pasqualina

  • 2 confezioni di pasta brisee o sfoglia (se sei intollerante ai latticini se ne trovano anche versioni con la margarina al posto del burro)
  • pangrattato
  • 1,5 kg di Biete, Spinaci o Erbette a scelta
  • 2 o 3 Cipollotti
  • Erbe aromatiche (timo, basilico, menta, maggiorana) a seconda del gusto
  • 500 gr di Ricotta o Tofu (a scelta)
  • Uova crude tante quante desideri inserire nella torta (per una torta tonda dal diametro di 20 cm, 4 o 5 uova andranno benissimo)
  • sale, pepe e olio evo q.b.

 

Prima di tutto fai sbollentare le biete o le altre erbe che hai trovato, io di solito le sfrutto anche combinate insieme. Bastano 2-3 minuti in acqua salata quel che basta per farle appassire, la cottura si completerà poi in forno. Nel caso delle biete, meglio far cuocere a parte i gambi che, essendo più corposi, necessitano una cottura un po’ più prolungata.

Una volta sbollentati, scolali e lasciali a raffreddare, è fondamentale che siano a temperatura ambiente prima di usarli per farcire la tua torta Pasqualina. Una volta raffreddati e già parzialmente scolati, strizzali per bene in modo non restino troppo umidi.

In una ciotola lavora un poco la ricotta con una forchetta per sgranarla al meglio.
Se lo desideri, per dare più sapore, puoi aggiungerci anche un po’ di parmigiano o altro formaggio saporito. Se sei intollerante ai latticini o comunque preferisci non usare ricotta: il tofu al naturale andrà benissimo!

Se opti per il tofu al naturale puoi grattugiarlo con una mandolina di quelle per fare le carote in insalata o, in alternativa, passarlo al mixer fino ad ottenere una sorta di crema.

Che sia ricotta o tofu, una volta che l’avrai lavorato, mischialo nella ciotola con le erbe cotte, un filo d’olio evo, i cipollotti affettati finemente, le erbe aromatiche che hai scelto e sale e pepe quanto basta.

Mischia il tutto sino ad ottenere un composto omogeneo: questa sarà la farcia della torta.

Apri la prima confezione di pasta e disponila nella tortiera prescelta in modo da coprire anche i bordi. Punzecchia il fondo con una forchetta perché non si alzi in cottura e copri con un leggero strato di pangrattato: un paio di millimetri, per intenderci. A questo punto puoi versare la farcia e livellarla. Se vuoi inserire le uova, predisponi delle conchette nella farcia con il cucchiaio, tante quante le uova che vuoi inserire. Una volta realizzate le conchette, rompi un uovo alla volta e rovesciacelo all’interno. In questo modo cuoceranno mantenendo una forma più simile alla loro naturale.

Apri la seconda confezione di pasta, bucherellane la superficie con una forchetta affinché la torta possa sfiatare l’umidità all’interno, e copri la farcia rimboccando i lati della torta.

Se mai vi fosse della pasta in eccesso, puoi tagliarla e utilizzarla per realizzare delle decorazioni con cui rendere ancora più bella la tua torta pasqualina.

Quando l’avrai completata: infornala in forno già caldo a 170° per 45 minuti.

Con l’aggiunta di questa torta tradizionale il tuo antipasto per il pranzo di Pasqua può dirsi davvero completo!

  • Primo

Risotto ai carciofi

    

I carciofi sono di stagione ed è quindi il periodo migliore per sfuttarli. Un risotto ai carciofi è l’ideale per valorizzarne il sapore ed ottenere un ottimo primo piatto per il pranzo di Pasqua.

Iniziamo dagli ingredienti:

  • Almeno 4 Carciofi o comunque uno per persona (se trovi le mammole -come quelle in foto- meglio)
  • 80 grammi di Riso carnaroli a persona
  • 1 Scalogno ed 1 Spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 Dado
  • Olio evo q.b.

Inizia subito a pulire i carciofi togliendo le foglie esterne più dire sino ad arrivare al tenero cuore interno. Per evitare che ti si anneriscano le dita (meglio evitare di sfoggiare dita annerite dai carciofi durante il pranzo di Pasqua!) puoi bagnarti la pelle delle mani con del succo di limone. Una volta eliminate le foglie esterne, recidi la sommità e taglia i gambi.

Per pulire i gambi dovrai eliminare la parte esterna più filamentosa e farli a pezzetti lasciandoli poi da parte in acqua fredda acidulata con succo di limone. Taglia poi a metà i cuori di carciofo, eliminane la barbetta interna ed affettali. Immergi anch’essi in una ciotola a parte con acqua fredda acidulata  con succo di limone.

Fai soffriggere lo spicchio d’aglio schiacciato in una padella ed aggiungi i cuori di carciofo puliti e scolati aggiungendo mano a mano poca acqua per volta sino a che saranno ben cotti. Predisponi ora un pentolino d’acqua (almeno mezzo litro) che metterai sul fuoco insieme al dado, in modo da preparare il brodo che servirà per cucinare il riso.

Mentre il brodo si prepara, soffriggi lo Scalogno finemente tritato nella pentola dove cucinerai anche il riso. Quando lo Scalogno sarà imbiondito, aggiungi il riso e fallo tostare, mescolando, per un paio di minuti. Quindi sfuma con il vino bianco secco ed aggiungi i gambi di carciofo affettati e scolati.

A questo punto puoi iniziare ad aggiungere progressivamente il brodo, poco alla volta, mano a mano che il riso asciuga. Dopo una decina di minuti, aggiungi i cuori di carciofo e completa la cottura aggiungendo mano a mano il brodo necessario. Quando il riso sarà cotto, togli dal fuoco e regola sale e pepe a piacimento e completa con un poco di burro o margarina ed ecco pronto il tuo primo per il pranzo di Pasqua!

  • Secondo

Pollo arrosto con patate

   

Per quanto semplice e “comodo” da preparare, il pollo arrosto con le patate al forno è sempre un grande classico che, mediamente, mette tutti d’accordo. Anche i bambini sempre più pericolosamente succubi dei fast food, potrebbero riscoprire il gusto del cibo sano che, se accompagnato da una sana attività fisica, li aiuterà ad avere una vita lunga e davvero sana! Un piatto sano ed equilibrato che sarà certamente apprezzato anche dai bambini, Quale miglior scelta per il tuo pranzo di Pasqua facile e veloce?

Ti sarà necessario:

  • Un polletto da 1 kg circa
  • Rosmarino, salvia ed alloro quanto basta tritati al mixer con un cucchiaio di sale grosso
  • 1 Kg di patate (dose per 4 persone)
  • Olio evo q.b.

Sistema il pollo in una pirofila e spennellalo d’olio da entrambi i lati, quindi massaggialo con il trito di aromatiche e sale in modo che aderisca bene, ed inseriscilo anche all’interno. Ora il tuo pollo è pronto per essere infornato in forno già caldo a 200° per circa un’ora. A metà cottura (dopo mezz’ora circa) togli il pollo dal forno e giralo dalla parte opposta in modo che risulti cotto in modo omogeneo.

Se preferisci non mangiare carne, puoi sostituire il pollo con del seitan. Puoi predisporre degli spiedini alternando cubetti di seitan a cubetti di tofu da cuocere in forno. Per renderlo più goloso, puoi lasciare marinare i cubetti di seitan con succo di limone, olio evo e spezie per una mezz’oretta prima di predisporre gli spiedini. Una volta predisposti, mettili in forno già caldo a 180° sino a che si saranno dorati.

Perchè le patate siano pronte insieme al pollo, dovrai infornare le due pirofile in contemporanea (anche per le patate ci vuole circa un’ora di cottura).

Pela ed affetta grossolanamente le patate (tagliate come quelle in foto andranno benissimo), asciugale in uno strofinaccio pulito e versale nella pirofila. Cospargile d’olio, sale ed un poco di rosmarino a piacere. Mischia il tutto in modo che le patate risultino omogeneamente condite e disponile bene sul fondo della pirofila che infornerai insieme al pollo, meglio se al piano inferiore in modo da non farle abbrustolire eccessivamente.

 

  • Dolce tipico del Pranzo di Pasqua

A parte le tradizionali uova di cioccolata con sorpresa, che avrai certamente comprato anche tu, la colomba è un altro grande classico tra i dessert per il pranzo di Pasqua.

Se vuoi renderla ancora più golosa, puoi pensare di accompagnarla a della panna montata dolce arricchita da scorza d’arancia grattugiata. In questo caso abbi cura di scegliere delle arance biologiche, dalla buccia sicuramente edibile.

Ed ecco completato il tuo pranzo di Pasqua: tradizionale, eppure facile e veloce!

Buona Pasqua a tutti!

POTREBBE INTERESSARTI: LE LOCALITÀ PIÙ BELLE DA VISITARE A PASQUA

VN:F [1.9.17_1161]
Voti Ricevuti 0.0/5 (0 voti)

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Loading…

Cosa Vedere a Bergamo?

Come vedere Sky Sport e Sky Uno su Mediaset Premium