Mercato Immobiliare 2014, Andamento e Previsioni

Intervista a  Jorge Forteza Castro CEO di Inmobiliaria Nova

Come vede il mercato immobiliare attualmente? Secondo alcuni esperti in Spagna il prezzo delle abitazioni potrebbe scendere ancora di un 30%  nei prossimi cinque anni…

Il prezzo delle abitazioni è diminuito negli ultimi sei anni, secondo una percentuale del 6-10% annuale, per cui i prezzi che oggi troviamo sono in media un 50% inferiori rispetto a quelli dell’anno 2007. La mia personale opinione è che se non abbiamo toccato ancora il fondo, siamo molto vicini. Prova di ciò è il fatto che quest’anno per la prima volta i prezzi hanno cominciato a risalire. Abbiamo anche notato, noi professionisti del settore, che la situazione generale del mercato immobiliare quest’anno è stata diversa rispetto agli anni precedenti.

Esiste una scuola di pensiero tra gli esperti che si concentra sulla seconda casa, sostenendo che questa potrebbe essere la chiave per la ripresa del settore. Si trova d’accordo?

Assolutamente sì, soprattutto in un mercato come quello di Maiorca, dove la seconda casa è quella che sta risolevando il settore. Nel 2008, le vendite a stranieri sono scesedel 41% rispetto al 2007 e a partire del 2008 non hanno smesso di salire. Nel 2009 sono incrementate del 38.8%, con la vendita di 2.279 abitazioni; nel 2010 l’incremento è stato del 19.4%, con 2.721 unità vendute; nel 2011 del 11.9% con la vendita di 3.045 unità e l’anno scorso del 17.2% con 3.571 abitazioni vendute ai non residenti. Per quel che vediamo, le cifre delle vendite si sono duplicate negli ultimi 5 anni passando da 1.641 nel 2008 a 3.571 nel 2012, e il trend è ancora presente.

Pensa che sia un buon momento per tornare ad investire nel settore?

Certamente. A mio avviso è il momento migliore, dato che, come dicevo prima, i prezzi non continueranno a scendere, anzi è probabile che spinti dalla domanda di seconde case comincino a risalire. Il problema riguarda piuttosto le nuove costruzioni, dove l’offerta si è fermata ed è da sei anni che non abbiamo nuove promozioni. Ciò può essere una buona opportunità per l’investitore che costruisce nuove abitazioni, giacché la domanda esiste ma non c’è concorrenza.

Cosa consiglierebbe a chi pensa di acquistare una casa al giorno d’oggi?

Ovviamente di lasciarsi guidare da un esperto del settore. L’investimento nell’ambito immobiliare è una decisione difficile e comporta dei rischi. Bisogna tenere conto di molti fattori rilevanti prima di prendere la decisione, perciò è giusto rivolgersi a professionisti del settore e stare attenti a non dare ascolto a chi si vuole intromettere e vendere a tutti i costi: potrebbero ingannarci.

È necesario un proceso di professionalizzazione per uscire dalla difficile situazione nella quale si vede immerso il settore?

La stessa situazione di crisiha contribuito a dare una ripulita al settore; tuttavia sarebbe importante tornare all’obbligo di titolazione per poter esercitare come venditore, così come accade nella maggior parte dei paesi vicini. Questo contribuirebbe a dare maggiore prestigio e fiducia e le transazioni si potrebbero realizzare con assoluta sicurezza per entrambe le parti.

Durante il boom immobiliare abbiamo avuto la sensazione che chiunque fosse in grado di trasformarsi in professionista da un giorno all’altro…

Effettivamente un grosso errore del Governo è stato quello di ritirare l’obbligo di abilitazione per esercitar la professione immobiliare. Questo, assieme al boom del settore,ha provocato una grande affluenza di nuovi intermediari. Oggi la situazione nella quale si trova il mercato è servita a depurare un po’ il settore, anche se persiste ancora una percentuale di persone che si spacciano per esperti.

Quali sono i vantaggi per il cittadino quando si rivolge a un API nel momento dell’acquisto?

La garanzia dell’acquisto in assoluta sicurezza, avere la certezza di non essere ingannato e che la transazione si realizzerà in forma adeguata.

Che cosa differenzia un agente di proprietà immobiliare da altri professionisti dell’intermediazione immobiliare?

La differenza risiede nel fatto che gli agenti di proprietà immobiliare, oltre alla formazione superiore, hanno dovuto sostenere un esame specifico per poter esercitare come mediatori. Al di fuori di quest’ambito non penso sia richiesto il superamento di alcun esame.

Quale sono le principali sfide a cui viene incontro oggi giorno L’Agente di Proprietà immobiliare?

Come dicevo prima, la grande concorrenza con le persone che si cimentano con lo stesso business senza conoscenza specifiche in materia. Questo fa perdere fiducia nel settore e nei veri professionisti.

 

VN:F [1.9.17_1161]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
Mercato Immobiliare 2014, Andamento e Previsioni, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Visita il sito

http://www.inmonova.com/es/